Schede Normative degli Edifici Rurali e delle Case Sparse

Scheda n°207- Verniano di Sotto

Pianta dell'area con la distribuzione e numerazione dei fabbricati
Verniano di Sotto N.207
Fotografia del Fabbricato numero 1
Fabbricato 001:
Riqualificazione di tipo 1.
È ammesso un ampliamento, ad un piano e con copertura a falda inclinata, non superiore al 50% della superficie coperta attuale, contestualmente alla demolizione del volume con muratura in blocchi di cemento e alla rimozione o sostituzione dell'intonaco di cemento con intonaco di calce; tecnologie e materiali impiegati dovranno essere di tipo tradizionale.
Fotografia del Fabbricato numero 2
Fabbricato 002:
Riqualificazione di tipo 2.
È ammesso un ampliamento di superficie coperta non superiore a 35 mq., ad un piano e con copertura a falda inclinata; tale ampliamento potrà essere realizzato sul fronte est, impiegando materiali di buona qualità, contestualmente alla demolizione del volume ad un solo piano, giustapposto allo stesso fronte. Le opere di ristrutturazione dovranno essere mirate ad una maggiore omogeneità del fabbricato, uniformando il trattamento del paramento murario esterno.
Fotografia del Fabbricato numero 3
Fabbricato 003:
Riqualificazione di tipo 2, conservando il prospetto ovest sia per quanto riguarda l'apparato murario che l'impaginato delle aperture. Sul fronte sud, contestualmente alla demolizione del corpo di fabbrica in blocchi di tufo e laterizio, è ammesso un ampliamento di superficie coperta non superiore a 40 mq., ad un solo piano e con copertura a falda inclinata. Sul fronte est, in corrispondenza del corpo in aggetto e previa demolizione dello stesso, è ammesso un ampliamento di massimo due piani e superficie coperta non superiore a 20 mq., con copertura ottenuta mediante prolungamento della falda del tetto del volume principale. È ammesso inoltre un ampliamento massimo della superficie accessoria pari a 20 mq., da realizzarsi sui fronti sud o est. Sia la ristrutturazione che l'ampliamento del fabbricato saranno subordinati ad una riqualificazione complessiva del manufatto, comprendente il rifacimento dell'intonaco, nei prospetti dove presente, la demolizione delle superfetazioni, la sostituzione della scala esterna, con l'impiego di forme e materiali coerenti con un fabbricato di tipo rurale. Si dovrà inoltre procedere al completo risanamento degli spazi aperti circostanti, con rimozione delle strutture precarie e dei rottami.
Fotografia del Fabbricato numero 4
Fabbricato 004:
Riqualificazione di tipo 2.
In alternativa è comunque ammessa la demolizione del fabbricato con costruzione di un volume, di superficie coperta massima pari a 30 mq. e ad un solo livello, in aderenza al fabbricato 005.
Fotografia del Fabbricato numero 5
Fabbricato 005:
Riqualificazione di tipo 1.
È ammessa la costruzione di un volume, ad un piano e di superficie coperta non superiore a 35 mq., contestualmente alla demolizione dei capanni in lamiera e dei corpi di fabbrica giustapposti ai fronti nord e sud della tettoia; tale volume potrà essere realizzato sul lato nord della tettoia utilizzando materiali di buona qualità, coerenti con un contesto di tipo rurale. Nel caso di demolizione del fabbricato 004 è ammesso un ulteriore ampliamento di superficie coperta non superiore a 30 mq.; la destinazione d'uso ammessa è accessoria alla residenza (autorimessa, deposito) o di servizio all'attività agricola. Non è ammessa la chiusura della tettoia.
Fotografia del Fabbricato numero 6
Fabbricato 006:
Riqualificazione di tipo 2.
Fotografia del Fabbricato numero 7
Fabbricato 007:
Demolizione con costruzione di un nuovo fabbricato, subordinata alla riqualificazione dell'area circostante, con rimozione delle strutture precarie e dei rottami abbandonati. Il nuovo fabbricato, di superficie netta non superiore ad 80 mq., ad un piano e con copertura a falde inclinate, dovrà essere realizzato nella stessa posizione, impiegando tecnologie e materiali di buona qualità e coerenti con un contesto di tipo rurale.
Fotografia del Fabbricato numero 8
Fabbricato 008:
Riqualificazione di tipo 2.
Non è ammesso il cambio di destinazione d'uso in residenza.
Spazi aperti:

La sistemazione degli spazi aperti dovrà prevedere la conservazione dell'aia sul fronte nord del fabbricato 003 e una riqualificazione complessiva dell'area, con rimozione delle strutture precarie e dei rottami. In caso di cessazione dell'attività agricola, dovranno essere rimosse tutte le tettoie e le strutture utilizzate come stalle o rimesse del foraggio.

Modalità di attuazione:

Intervento diretto sottoposto ad autorizzazione, previa presentazione di un progetto di massima complessivo riguardante la sistemazione degli spazi aperti