Schede Normative degli Edifici Rurali e delle Case Sparse

Scheda n°77- Coneo

Pianta dell'area con la distribuzione e numerazione dei fabbricati
Coneo N.077
Fotografia del Fabbricato numero 1
Fabbricato 001:
Riqualificazione di tipo 2, con destinazione d'uso legata all'attività agricola o accessoria alla residenza.
Fotografia del Fabbricato numero 2
Fabbricato 002:
Riqualificazione di tipo 2; contestualmente ad ogni opera muraria è prescrittivo il rifacimento delle scale di accesso sul fronte nord sostituendo la ringhiera con una balaustra in muratura intonacata.
Fotografia del Fabbricato numero 3
Fabbricato 003:
Riqualificazione di tipo 1.
È ammessa la realizzazione di una superficie pavimentata impermeabile in prossimità dell'edificio nella proporzione massima del 25% della superficie coperta.
Fotografia del Fabbricato numero 4
Fabbricato 004:
Riqualificazione di tipo 2, con destinazione d'uso a servizio della residenza.
Fotografia del Fabbricato numero 5
Fabbricato 005:
Demolizione senza ricostruzione.
Fotografia del Fabbricato numero 6
Fabbricato 006:
Riqualificazione di tipo 1; è ammesso l'adeguamento delle altezze alle norme vigenti solo negli stalletti giustapposti sul fronte ovest.Nel fienile le aperture dovranno essere mantenute inalterate.Contestualmente ad ogni tipo di opera muraria è prescritto il ripristino dello stato originario della scarpata a monte dell'edificio.È ammessa la realizzazione di una superficie massima pavimentata impermeabile in prossimità dell'edificio pari al 50% della superficie coperta.
Fotografia del Fabbricato numero 7
Fabbricato 007:
Riqualificazione di tipo 1.
Fotografia del Fabbricato numero 8
Fabbricato 008:
Manutenzione.
Fotografia del Fabbricato numero 9
Fabbricato 009:
Conservazione.
La parata giustapposta sul fronte ovest dovrà essere demolita e ricostruita mantenendo invariati volume e superficie coperta e lasciandola comunque aperta sui tre lati, impegando tecnologie e materiali tradizionali e coerenti al contesto.Dovrà inoltre essere mantenuta l'aia antistante e rimossa invece la superficie asfaltata.
Fotografia del Fabbricato numero 10
Fabbricato 010:
Riqualificazione di tipo 1.
Fotografia del Fabbricato numero 11
Fabbricato 011:
Conservazione.
Fotografia del Fabbricato numero 12
Fabbricato 012:
Riqualificazione di tipo 2.
Fotografia del Fabbricato numero 13
Fabbricato 013:
Riqualificazione di tipo 1.
Le aperture tamponate con bolcchi di tufo dovranno essere riaperte con ripristino, sui fronti laterali, dei grigliati in laterizio.È ammessa la realizzazione di una superficie pavimentata semipermeabile in prossimità dell'edificio nella proporzione massima del 25% della superficie coperta.
Fotografia del Fabbricato numero 14
Fabbricato 014:
Riqualificazione di tipo 2.
Contestualmente ad ogni opera muraria prevista è prescrittiva la demolizione del terrazzo in cemento sul fronte ovest.
Fotografia del Fabbricato numero 15
Fabbricato 015:
Riqualificazione di tipo 2, con conservazione dell'impaginato e della tipologia delle aperture presenti sul fronte lungo strada. Contestualmente ad ogni opera muraria è prevista la demolizione del terrazzo in cemento sul fronte ovest e del piccolo garage, con muratura in forati, giustapposto al fronte est.È ammessa una superficie massima pavimentata semipermeabile in prossimità dell'edificio pari al 25% della superficie coperta.
fotografia del fabbricato 16
Fabbricato 016
Riqualificazione di tipo 1.
Fotografia del Fabbricato numero 17
Fabbricato 017:
Demolizione e costruzione di un nuovo fabbricato per una superficie coperta massima del 50% di quella attuale; il 25% della superficie coperta di progetto potrà avere due piani, la parte restante uno soltanto. È ammessa una superficie pavimentata semipermeabile in prossimità dell'edificio nella proporzione massima del 25% della superficie coperta di progetto.
Fotografia del Fabbricato numero 18
Fabbricato 018:
Riqualificazione di tipo 2, con destinazione d'uso legata all'attività agricola o di servizio alla residenza (autorimessa, deposito).
Spazi aperti:

Avendo ormai il nucleo poco di originale da salvaguardare, la sistemazione degli spazi circostanti ai fabbricati dovrà essere all'insegna della massima semplicità. Non sono ammesse quindi essenze tropicali o manufatti che non appartengano alla tradizione rurale (bersò, pergolati in ferro battuto ecc...). I manufatti realizzati in materiali di fortuna dovranno essere eliminati. I muri a secco esistenti dovranno essere recuperati e mantenute le poche pavimentazioni originali (pavimento in pietra di fronte all'edificio 011 ed aia antistante all'edificio 009 con lastre di travertino sistemate come un piccolo muro di contenimento).

Modalità di attuazione:

Intervento diretto sottoposto ad autorizzazione.