Schede Normative degli Edifici Rurali e delle Case Sparse

Scheda n°2- Bibbiano

Pianta dell'area con la distribuzione e numerazione dei fabbricati
Bibbiano N.002
Fotografia del Fabbricato numero 1
Fabbricato 001:
È prevista la demolizione del fabbricato con costruzione di un nuovo volume a servizio della residenza, di un solo piano e superficie coperta non superiore al 50% di quella attuale; la realizzazione del nuovo volume è consentita esclusivamente in aderenza al muro di contenimento perpendicolare all'edificio 018, come illustrato nello schema allegato; sono comunque ammesse modeste opere di livellamento del terreno, nel rispetto del naturale declivio del terreno.
Fotografia del Fabbricato numero 2
Fabbricato 002:
È ammessa la ricostruzione del fabbricato: la superficie coperta sarà pari a quella definita dalle pareti perimetrali rimaste ed il volume sarà ad un solo livello; le aperture saranno in generale proporzionate alle dimensioni dell'edificio ma è ammessa la realizzazione di un'apertura ad arco sul fronte verso l'aia. Le tecnologie ed i materiali da utilizzare sono quelli della tradizione.Si raccomanda il recupero dell'aia antistante.
Fotografia del Fabbricato numero 3
Fabbricato 003:
Riqualificazione di tipo 2. È consentito un intervento di ampliamento al piano terra sul fronte nord per una superficie coperta non superiore al 30% di quella esistente se contestuale alla demolizione delle superfetazioni di recente costruzione ed al ridimensionamento dell'altezza della parata alla quota del primo piano; la copertura del nuovo volume sarà ad una falda inclinata; tecnologia, materiali e finiture dovranno essere quelli tradizionali. In nessun caso è ammessa la chiusura della parata ma è consentita la realizzazione di un basso muretto di protezione sul fronte ovest.
Fotografia del Fabbricato numero 4
Fabbricato 004:
È prevista la demolizione con ricostruzione, mantenendo inalterati collocazione, parametri e proporzioni; è ammessa la realizzazione di uno spazio di filtro esterno/interno in corrispondenza della scala, confermata nella stessa posizione; è ammessa inoltre la costruzione di una parata sul fronte sud per una superficie coperta non superiore al 25% di quella esistente; tecnologia, materiali e finiture dovranno essere quelli tradizionali.
Fotografia del Fabbricato numero 5
Fabbricato 005:
Demolizione senza ricostruzione.
Fotografia del Fabbricato numero 6
Fabbricato 006:
Riqualificazione di tipo 1; tecnologia, materiali e finiture dovranno essere quelli tradizionali. Le parti di muratura di un certo interesse non potranno essere intonacate; l'impiego dell'intonaco è consentito invece sulle pareti del volume costruito sul retro.Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti.Le superfici impermeabili a ridosso dell'edificio sono ammesse nella misura massima del 50% della superficie coperta esistente.
Fotografia del Fabbricato numero 7
Fabbricato 007:
Conservazione, con demolizione delle superfetazioni recenti sul fronte nord-ovest (una parata tamponata, un terrazzo ed un volume sottostante adibito a magazzino) e nord (la pensilina e il piccolo volume dei gabinetti); copertura e camini dovranno essere rifatti con materiali tradizionali coerenti al contesto. È ammessa la realizzazione di uno spazio di filtro, in prossimità dell'ingresso nord, di modeste proporzioni, con tecnologie e materiali tradizionali. Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti. Il numero massimo di unità immobiliari è pari a sei. Le superfici impermeabili a ridosso dell'edificio sono ammesse nella misura massima del 50% della superficie coperta esistente.
Fotografia del Fabbricato numero 8
Fabbricato 008:
Riqualificazione di tipo 1, con destinazione d'uso di servizio alla residenza; il forno, come elemento significativo della civiltà rurale, dovrà essere ricostruito; è ammessa la ricostruzione in materiali durevoli della parata, ora costituita da materiali di fortuna, tra le porcilaie ed il volume coperto da marsigliesi; è ammessa inoltre la ricostruzione fedele in pianta ed in alzato del magazzino semi-diruto; tecnologie, materiali e finiture dovranno essere quelli tradizionali. Non è comunque consentita l'alterazione delle quote di gronda dei vani; non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti.
Fotografia del Fabbricato numero 9
Fabbricato 009:
Conservazione, con ripristino dell'apertura originaria sul fronte nord; non sono ammesse in alcun caso alterazioni delle quote; non è consentita la chiusura della carraia o dei mandorlati con infissi interni o esterni; nel corpo dietro la carraia potranno essere realizzate due aperture, una porta ed una finestra di modeste dimensioni sul fronte ovest. Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti; tecnologia, materiali e finiture dovranno essere quelli tradizionali.È prescrittivo il mantenimento dell'aia sul fronte sud e del muretto che la circonda; altre superfici impermeabili sono ammesse nella misura massima del 25% della superficie coperta esistente.
Fotografia del Fabbricato numero 10
Fabbricato 010:
Riqualificazione di tipo 1.
Fotografia del Fabbricato numero 11
Fabbricato 011:
Restauro, esteso anche al sagrato, in cotto.
Fotografia del Fabbricato numero 12
Fabbricato 012:
Restauro; è ammessa la sostituzione degli elementi di finitura del terrazzo sopra il loggiato. I volumi semi-diruti situati sul fronte sud dell'edificio 012 dovranno essere demoliti la scarpata dovrà essere consolidata con il ripristino del naturale declivio. Si prevedono il recupero del giardino sul retro con consolidamento del muro di contenimento e l'eliminazione di tutte le superfetazioni presenti nel cortile interno.Il numero massimo di unità immobiliari è pari a sei.Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti.
Fotografia del Fabbricato numero 13
Fabbricato 013:
Riqualificazione di tipo 1.Si ritiene ammissibile rialzare la quota di gronda nella misura strettamente indispensabile a rendere accessibili i volumi giustapposti al fronte sud-est, confermati quali spazi di servizio alla residenza.Sono ammesse esclusivamente modeste opere di modifica del naturale declivio del terreno.Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti.
Fotografia del Fabbricato numero 14
Fabbricato 014:
Riqualificazione di tipo 1, con demolizione del volume in blocchi di cemento giustapposto al fronte sud-ovest; contestualmente alla demolizione del volume è ammessa la costruzione di un volume di superficie coperta massima pari a 20 mq. e ad un solo livello sul lato sud-est; è ammessa inoltre la costruzione di una piccola loggia caposcala; tecnologie, materiali e finiture dovranno essere quelli tradizionali.Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti.
Fotografia del Fabbricato numero 15
Fabbricato 015:
Riqualificazione di tipo 1, con mantenimento del mandorlato esistente nella capanna; non è ammesso chiudere la carraia sul fronte ovest con alcun tipo di infisso. Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti. Non si prevede la ricostruzione del rudere di stalletto sul retro.Le superfici impermeabili a ridosso dell'edificio sono ammesse nella misura massima del 30% della superficie coperta esistente.
Fotografia del Fabbricato numero 16
Fabbricato 016:
Riqualificazione di tipo 1, con demolizione delle superfetazioni di recente costruzione sul retro; contestualmente alla demolizione è ammessa la costruzione di un volume di un solo piano di superficie coperta pari ad un massimo di 20 mq., come illustrato nello schema allegato. Si prevedono inoltre, sul fronte ovest, la demolizione del terrazzo ed il rifacimento della scala esterna perpendicolare alla facciata impiegando materiali di tipo tradizionale; per la carraia sul retro è ammessa la totale chiusura previa demolizione degli stalletti giustapposti. Il passaggio coperto potrà essere chiuso da una semplice cancellata. Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti. Le superfici impermeabili a ridosso dell'edificio sono ammesse nella misura massima del 30% della superficie coperta esistente.
Fotografia del Fabbricato numero 17
Fabbricato 017:
Conservazione.Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni ove attualmente non risultino già presenti.
Fotografia del Fabbricato numero 18
Fabbricato 018:
Riqualificazione di tipo 2.In alternativa é ammessa la demolizione con costruzione di un nuovo fabbricato senza aumento di volume, purché siano impiegati tecnologie, finiture e materiali di tipo tradizionale; l'inserimento ambientale del nuovo fabbricato dovrà essere affrontato con particolare attenzione tenendo conto del contesto rurale in cui si trova.La destinazione d'uso prevista è accessoria alla residenza o di servizio all'attività agricola.
Fotografia del Fabbricato numero 19
Fabbricato 019:
Restauro.Non sono ammessi elementi di oscuramento esterni.Le superfici impermeabili a ridosso dell'edificio sono ammesse nella misura massima del 30% della superficie coperta esistente.
Spazi aperti:

È prescrittivo il mantenimento delle pavimentazioni esterne degli edifici 009, 007 e del sagrato della chiesa; l'aia di fronte all'edificio 002 dovrà essere recuperata. Il cemento nel piazzale a lato alla chiesa dovrà essere rimosso: potrà essere sostituito da una pavimentazione di tipo tradizionale nei materiali e nel disegno oppure da un semplice trattamento a prato. Nella realizzazione di marciapiedi e pavimentazioni, qualora necessari, non sono ammessi la spezzata di travertino ed il porfido; potranno essere impiegati laterizio e pietra del tipo analogo a quella messa in opera nella corte dell'edificio 007.È prescrittiva la conservazione dei pozzi quali elementi caratteristici della civiltà rurale. Non sono consentiti sbancamenti che turbino l'andamento del terreno né la realizzazione di muri di contenimento e terrazzamenti che non si dimostrino indispensabili per la stabilità dei fabbricati. Non sono ammessi eccessivi frazionamenti delle resedi private e comunque le suddivisioni non potranno essere realizzate con muretti e ringhiere; quest'ultime sono consentite solamente lungo il muro di recinzione della villa e nel piccolo piazzale di fianco alla chiesa.Nel decoro degli esterni non sono ammessi elementi estranei alla cultura contadina (bersò, fontanine con giochi d'acqua, piante esotiche ecc...).

Modalità di attuazione:

Intervento diretto sottoposto ad autorizzazione.