Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Art. 76 Tipologie edilizie

Gli interventi consentiti dalla presenti norme debbono comunque essere realizzati compatibili con le tipologie edilizie compatibili con quelle già presenti nel luogo, rispettandone gli allineamenti plano-altimetrici delle preesistenze e dei materiali tradizionali impiegati.

Il Regolamento prescrive prioritariamente la tutela e valorizzare del patrimonio edilizio esistente ex colonico, rappresentato dalle architetture rurali aventi interesse storico od etnoantropologico quali testimonianze dell'economia rurale tradizionale.

Sono pertanto da salvaguardare e valorizzare:

  • - gli edifici in zona agricola che possiedono caratteristiche tipologiche di edificio colonico tradizionale;
  • - il valore del patrimonio collinare, evitando trasformazioni edilizie che possano pregiudicare gli elementi tipologici ricorrenti e il loro reciproco rapporto nell'ambito percettivo del paesaggio rurale;
  • - gli episodi edilizi d'impianto fino al XIX secolo incluso.

Per gli edifici individuati dal Regolamento Urbanistico di rilevanza testimoniale ed ambientale e/o storico culturale di cui alle presenti norme è prescritta la loro conservazione e pertanto è inibita la loro demolizione anche se associata ad una ricostruzione fedele.

Il ricorso alla sostituzione edilizia o alla demolizione con contestuale ricostruzione fedele di fabbricati esistenti, che possiedano caratteristiche tipologiche e formali di edificio colonico tradizionale, ancorchè non soggetti a particolari discipline di tutela e salvaguardia, dovrà essere proposta come ultima ipotesi, privilegiando soluzioni progettuali volte al recupero dell'esistente.