Accessibilità

Questo Portale è stato progettato e realizzato in modo da rendere le informazioni in esso contenute accessibili al maggior numero possibile di utenti, a prescindere dalle disabilità e dalle caratteristiche tecniche della connessione internet (linee lente, browser vecchi, sistemi operativi non aggiornati, monitor piccoli, ecc.), conformandosi alle specifiche della Legge n.4 del 9 gennaio 2004 (Legge Stanca) (pubblicazione GU n. 13 del 17-1-2004), alle raccomandazioni del World Wide Web Consortium e di Web Accessibility Initiative.

XHTML e CSS: il contenuto e la sua presentazione

Le pagine sono realizzate in codice standard XHTML e fanno largo uso dei Fogli di Stile CSS2, ottenendo una netta separazione tra il contenuto delle pagine e la loro presentazione grafica: le informazioni sono scritte nelle pagine XHTML, mentre l'impaginazione delle stesse e la loro integrazione con gli elementi grafici é effettuata dai Fogli di Stile CSS.
Questo sforzo è teso a garantire a tutti gli utenti la fruizione delle informazioni, indipendentemente dal browser o dal sistema operativo utilizzato, evitando tra l'altro l'imposizione di una impaginazione predeterminata e garantendo la possibilità di ridimensionare la finestra del browser in base alle dimensioni del proprio monitor o della risoluzione scelta (ad esempio, provate a ridimensionare la finestra corrente: il contenuto rifluirà in base alla larghezza della finestra).
Anche la dimensione dei caratteri è regolabile a piacere dall'utente e l'impaginazione delle informazioni si modifica di conseguenza, mantenendone la fruibilità (se utilizzi Internet Explorer, vai su Visualizza > Carattere > Grande).

W3C e WAI: gli standard del web e l'accessibilità

Sviluppare secondo gli standard del web significa sopratutto scrivere codice (X)HTML e CSS corretto, secondo le specifiche diffuse dal World Wide Web Consortium (W3C), il Consorzio mondiale per il Web.
In linea con questa impostazione progettuale, è stato evitato qualsisi uso scorretto o artificioso di elementi del linguaggio HTML, nonchè l'utilizzo di tabelle (table) per formattare le pagine, limitandone l'utilizzo alla sola visualizzazione di dati tabellari.

Il concetto di standard del web è spesso strettamente legato alle istanze di accessibilità, che riguardano soprattutto il diritto ad un accesso paritario all'informazione da parte degli utenti disabili. Questo sito è stato progettato e sviluppato secondo il principio di universalità indicato da Web Accessibility Initiative (WAI), l'iniziativa per l'accessibilità dei siti web.
Il documento di riferimento per rendere il sito accessibile è stata la raccomandazione del W3C pubblicata il 5 maggio 1999, sulle linee guida per il contenuto del Web: Web Content Accessibility Guidelines 1.0 (WCAG 1.0).

Il risultato vuole essere un sito altamente accessibile e adattabile ai diversi requisiti degli utenti, con pieno supporto delle operazioni fondamentali di lettura, navigazione, comprensione e gestione mnemonica delle informazioni.
Purtroppo alcune parti possono risultare meno accessibili di altre, sia per la natura dell'informazione fornita che per limitazioni tecniche dei programmi disponibili: è il caso delle sezioni dedicate alle Mappe interattive, che risultano difficoltose da fruire per i non vedenti, per coloro che non usano il mouse per la navigazione e per tutti quegli utenti che utilizzano browser che non supportano i frames.
In ogni caso, l'accessibilità alle informazioni consultabili tramite le Mappe interattive (sostanzialmente la normativa degli strumenti urbanistici), viene conservata provvedendo a fornire gli stessi dati in forma testuale con semplici pagine XHTML. Con questa soluzione crediamo di fornire un servizio accessibile in senso ampio, con informazioni che possono essere fruite in base alle modalità di NAVIGAZIONE dell'utente.

Il nostro impegno è comunque nella direzione di superare gradualmente queste barriere sviluppando nuove tecniche e aggiornando i software usati alle versioni più avanzate disponibili (e possibilmente accessibili).

Le pagine del sito sono state validate utilizzando strumenti di validazione automatica come Cynthia Says™. La validazione automatica offerta da questi strumenti ha delle limitazioni e non garantisce di per sé che un sito sia accessibile per tutti: l'intervento umano, prima e dopo la validazione, ma soprattutto un'accurata progettazione e implementazione, sono indispensabili.
La validazione è in definitiva un aiuto per gli sviluppatori, costituendo solo l'ultimo passo di un processo di progettazione e sviluppo consapevole, improntato interamente sui principi di accessibilità e usabilità, allo scopo di ottenere un sito che vada incontro alle reali esigenze degli utenti.

Un sito non è un oggetto statico

Qualsiasi sito web è un oggetto che continua a cambiare, adattarsi e migliorare con il passare del tempo, in un processo continuo che coinvolge contemporaneamente gli sviluppatori e gli utenti.
Nel realizzare questo sito ci siamo sforzati di fornire un'esperienza di navigazione altamente usabile e accessibile, ma è comunque possibile che una o più sezioni non soddisfino completamente i desideri degli utenti.
Ti incoraggiamo a spedirci osservazioni e consigli, in modo che la qualità di questo sito possa crescere sulla base delle indicazioni fornite dall'elemento più importante di un sito web: i suoi utilizzatori.
Per contattarci utilizza il seguente link: helpdesk@ldpgis.it