Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Art. 5 Attuazione

Il Regolamento Urbanistico si attua tramite:

  • gli strumenti urbanistici attuativi di cui al Titolo V, Capo IV della L.R. 1/05;
  • i progetti esecutivi delle opere pubbliche;
  • i progetti unitari accompagnati da convenzione fra privati e Comune;
  • gli interventi edilizi diretti secondo la normativa vigente e le specificazioni del Regolamento edilizio;
  • i programmi aziendali pluriennali di miglioramento agricolo-ambientale di cui all'art 42 della Lr 1/05;
  • altri strumenti quali accordi, progetti e programmi derivanti da norme comunitarie europee, nazionali, regionali ai quali il Comune aderisce.

Ciascun piano attuativo, d'ora in poi PA, può avere, in rapporto agli interventi previsti, i contenuti e l'efficacia di una o più delle tipologie di piano, ai sensi e per gli effetti degli articoli 70-74 della legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1:

  • PL - Piani di lottizzazione
  • PEEP - Piani per l'edilizia economica e popolare
  • PIP - Piani per gli insediamenti produttivi
  • PDR - Piani di recupero del patrimonio edilizio
  • PCRI - Programmi complessi di riqualificazione insediativa

La realizzazione dei PA di iniziativa privata è subordinata, qualora i PA contengano previsione di realizzazione di opere di urbanizzazione, alla stipula di una convenzione che regola i rapporti tra le proprietà interessate ed il comune.

Nelle aree soggette obbligatoriamente a PA, nelle more di formazione dello stesso, non è ammessa alcuna trasformazione degli immobili ivi ricadenti, ad eccezione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, salvo se diversamente specificato nelle schede del dossier F (schede normative e di orientamento progettuale) o nelle specifiche norme di riferimento.

Il Regolamento urbanistico individua sulla cartografia:

  • le aree soggette a PA identificate con sigle At (Aree di trasformazione) e Cp (Comparti di perequazione), riferite a schede normative e di orientamento progettuale,
  • le aree ove si applicano le previsioni e la normativa di Piani urbanistici attuativi vigenti, identificandoli con sigla Pv, riferite a specifiche schede normative
  • le aree di riqualificazione insediativa identificate con la sigla Rin ove l'attuazione degli interventi è subordinata alla redazione di PdR in conformità alle specifiche disposizioni di cui al successivo art. 60.