venerdì,20 settembre 2019

Norme tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Variante 17approvata con D.C.C. n. 111 del 26.11.14

Art. 102bis Piccoli accessori precari in aree verdi private

1. Con la definizione di piccoli accessori precari in aree verdi private si intendono manufatti quali caminetti e barbecue all'aperto, casette per gli attrezzi, ricovero per cani (ad esclusione di ciò che si configura quale "canile" o "rifugio" ai sensi della normativa vigente) e avicunicoli, tettoie, legnaie e simili.

2. La realizzazione di tali manufatti è ammissibile, fatte salve specifiche disposizioni contrarie, in area sia urbana che rurale, all'interno di aree verdi private e condominiali nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia ambientale, di igiene e di classificazione acustica e nel rispetto di diritti di terzi.

3. I suddetti manufatti dovranno essere semplicemente appoggiati al suolo, realizzati principalmente in legno, canniccio e lamiera di colore verde per la copertura e con esclusione di laterizio e calcestruzzo; dovranno avere altezza massima ml 1.80 e volume massimo 8 mc computato per ciascun resede o area di proprietà. Qualora essi siano realizzati in aree aperte dovranno essere schermati con siepi o vegetazione ripariale autoctona e la loro realizzazione non potrà prevedere alcuna forma di nuova pavimentazione della pertinenza.

4. La realizzazione di tali annessi è libera nel rispetto delle norme sul decoro urbano e fatti salvi i pareri dei competenti enti in aree vincolate.