giovedì,13 febbraio 2020

Nuovo Piano Strutturale

Garante dell'informazione e della partecipazione

L'Amministrazione ha nominato Francesco Manganelli Garante dell'informazione e della partecipazione per il nuovo Piano Strutturale.

Puoi contattare la Garante dell'informazione e della partecipazione via e-mail al seguente indirizzo:
garante.comunicazione@comune.collevaldelsa.it.

Il Garante ha il compito di assicurare la conoscenza effettiva e tempestiva delle scelte e dei supporti conoscitivi relativi alle fasi procedurali di formazione ed adozione degli strumenti della pianificazione territoriale e degli atti di governo del territorio, promuovendone, nelle forme e con le modalità più idonee, l'informazione verso i cittadini, singoli od associati.

Responsabile del Procedimento

L'Amministrazione ha nominato l'Arch. Rita Lucci Responsabile del Procedimento per il nuovo Piano Strutturale.

Puoi contattare il Responsabile del Procedimento via e-mail al seguente indirizzo:
r.lucci@comune.collevaldelsa.it,
per telefono al 0577.912243 (negli orari di apertura al pubblico dell'Ufficio Urbanistica) o per posta tradizionale all'indirizzo Palazzo Renieri di Sotto - piano 2°, via Francesco Campana, 18 - 53034 Colle di Val d'Elsa (SI).

La predisposizione del nuovo Piano Strutturale del Comune di Colle di Val d'Elsa consiste nel lavoro tecnico di studio e messa a punto dei documenti, sia da momenti di incontro, confronto, discussione e comunicazione tra l'Amministrazione, i cittadini, gli Enti e i vari soggetti coinvolti e interessati ai temi della pianificazione territoriale e urbanistica. In questa pagina sono via via riportati gli elaborati grafici ed i documenti prodotti durante il percorso di redazione del nuovo Piano Strutturale.

Partecipa alla redazione del Piano Strutturale

Mappa dei Contributi

Naviga la Mappa dei Contributi, seleziona le aree di interesse e invia le tue segnalazioni e proposte all'Amministrazione.

Puoi inviare i tuoi contributi con le seguenti modalità:

  • - in forma cartacea, mediante raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata a: Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) - Palazzo Renieri di Sotto, Via Francesco Campana, 18 - 53034 Colle di Val d'Elsa (SI)
  • - in forma cartacea, mediante consegna a mano all'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) - Palazzo Renieri di Sotto, Via Francesco Campana, 18;
  • - per e-mail al seguente indirizzo: urbanistica@comune.collevaldelsa.it oppure via PEC al seguente indirizzo: comune.collevaldelsa@postecert.it

Tutte le istanze presentate, comprese quelle pervenute in forma cartacea o per e-mail, una volta passato un semplice filtro per evitare abusi, saranno esaminate dall'Amministrazione e pubblicate sulla Mappa dei Contributi, nell'ottica della massima trasparenza.
Nota: non è previsto né vi è obbligo per l'Amministrazione di dare un espresso riscontro alle istanze presentate.

Come stabilito dalla normativa regionale, la formazione degli strumenti urbanistici avviene con una procedura che attraversa varie fasi.

Durante la redazione del Nuovo Piano Strutturale e del Piano Operativo viene anche effettuata la Valutazione Ambientale Strategica V.A.S., comprensiva dello Studio d’incidenza, secondo i disposti del comma 2 lettera b dell’art. 5 della L.R. 10/2010. L'attività di valutazione accompagna l'intero percorso di pianificazione e si prolunga nella fase di monitoraggio che segue la procedura di redazione degli strumenti urbanistici.

1. Avvio del procedimento

Il primo passo della formazione della nuova strumentazione urbanistica è costituito dall'Avvio del procedimento, al quale si accompagna il Documento preliminare di V.A.S., trasmesso ai soggetti pubblici competenti in materia ambientale e gli Enti territoriali interessati che nei successivi 90 (novanta) giorni possono fornire pareri, contributi ed apporti.
L'Avvio del procedimento per la formazione del nuovo Piano Strutturale è stato approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 29/11/2019.

2. Adozione

L'adozione dello strumento urbanistico, con delibera del Consiglio Comunale, costituisce un passaggio fondamentale nella procedura di formazione dei piani. Successivamente all'adozione, per sessanta giorni a partire dalla data di pubblicazione del relativo avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana (B.U.R.T.), tutti i cittadini o chiunque abbia interesse possono presentare osservazioni ai documenti adottati. Al momento dell'adozione entrano in vigore norme e misure di "salvaguardia".

Contestualmente agli elaborati di progetto viene presentato il Rapporto Ambientale di V.A.S. con la Sintesi non tecnica che sono così messi a disposizione dei soggetti competenti in materia ambientale, delle organizzazioni e del pubblico.

3. Approvazione delle controdeduzioni alle Osservazioni

Sulla base dell'istruttoria delle istanze presentate e della proposta di controdeduzioni, il Consiglio comunale delibera in merito a ciascuna delle osservazioni, disponendone l'eventuale accoglimento.
L'atto approvato e i documenti relativi alle controdeduzioni alle osservazioni sono trasmessi agli Enti.

4. Approvazione definitiva

È la fase conclusiva dell'iter procedurale relativo al nuovo Piano Strutturale, successiva allo svolgimento della Conferenza paesaggistica ai sensi dell'art. 21 della Disciplina del PIT/PPR, per la conformazione del piano al PIT/PPR stesso.

Attraverso apposita Delibera il Consiglio Comunale approva in via definitiva il Nuovo Piano Strutturale. Il provvedimento di approvazione è accompagnato dalla Dichiarazione di Sintesi di V.A.S.

Per l'effettiva entrata in vigore si dovrà attendere la pubblicazione dell'Avviso di approvazione sul Bollettino Ufficiale Regionale (BURT): il nuovo Piano Strutturale acquista efficacia decorsi trenta giorni dalla data di pubblicazione del relativo Avviso, ai sensi dell'art. 19 comma 7 della L.R. 65/2014.