mercoledì,18 settembre 2019

Schede Normative degli Edifici Rurali e delle Case Sparse

Scheda n°115- Bardaggianello

Pianta dell'area con la distribuzione e numerazione dei fabbricati
Bardaggianello N.115
Fotografia del Fabbricato numero 1
Fabbricato 001:
Riqualificazione di tipo 1.
È ammessa la destinazione d'uso turistico-ricettiva.
Fotografia del Fabbricato numero 2
Fabbricato 002:
Conservazione.
Fotografia del Fabbricato numero 3
Fabbricato 003:
Riqualificazione di tipo 1, con possibilità di ampliamento della superficie coperta non superiore a 50 mq.; tale ampliamento, di un piano di altezza, potrà essere realizzato sui fronti longitudinali, contestualmente alla rimozione delle tettoie in lamiera; tecnologie e materiali impiegati dovranno essere di tipo tradizionale. È ammessa la modifica, con sostanziale diminuzione delle dimensioni, delle aperture presenti sui lati corti del fabbricato.
fotografia dei fabbricati 4 e 5
Fabbricato 004, 005:
Restauro per la chiesa, riqualificazione di tipo 1 per gli altri volumi. I materiali non tradizionali, utilizzati nella scala esterna, dovranno essere sostituiti con quelli coerenti con il fabbricato impiegando le tecnologie appropriate. È ammessa la funzione turistico-ricettiva.
Fotografia del Fabbricato numero 6
Fabbricato 006:
Riqualificazione di tipo 1.
Nel volume degli stalletti, giustapposto al fronte sud-est, è ammesso l'adeguamento delle altezze alle normative vigenti. È ammessa la destinazione d'uso turistico-ricettiva.
Fotografia del Fabbricato numero 7
Fabbricato 007:
Riqualificazione di tipo 2.
È ammesso un ampliamento di superficie netta o accessoria non superiore a 30 mq.; tale ampliamento potrà essere realizzato sul fronte nord-est, contestualmente alla rimozione della tettoia, all'intonacatura dell'apparato murario e alla sostituzione, con coppi e tegole, del manto di copertura del fabbricato attuale; tecnologie e materiali impiegati dovranno in generale essere di tipo tradizionale. In alternativa è comunque ammessa la demolizione con costruzione, nella stessa posizione, di un fabbricato ad un piano e di superficie coperta non superiore a 100 mq.; anche in questo caso tecnologie e materiali impiegati dovranno essere di tipo tradizionale.
Spazi aperti:

La sistemazione degli spazi aperti dovrà prevedere la conservazione del giardino terrazzato della villa, con la scala e la vasca circolare. Massima tutela dovrà essere riservata ai filari di cipressi e ai muri di contenimento situati lungo il viale di accesso che, da nord-ovest, conduce al complesso; è ammessa invece la sostituzione dei cipressini, lungo la strada proveniente da nord-est, con specie vegetali autoctone. La superficie pavimentata ammessa non potrà superare il 25 % della superficie coperta complessiva dei fabbricati.

Modalità di attuazione:

Intervento diretto sottoposto ad autorizzazione, previa presentazione di un progetto unitario di massima riguardante la sistemazione degli spazi aperti.