Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Art. 7 Elementi e parametri urbanistici

7.1 Superficie territoriale (St)

È la superficie totale di un ambito delimitato dallo strumento urbanistico generale e soggetto a Piano Urbanistico Attuativo o a Progetto Unitario Convenzionato misurata al lordo di eventuali fasce di rispetto ed al lordo delle aree per le opere di urbanizzazione primaria e secondaria relative all'ambito interessato.

7.2 Superficie per spazi pubblici (Ssp)

È un'area destinata a spazi pubblici.
Le superfici per spazi pubblici (Ssp) comprendono:

  1. a)le superfici destinate alle opere di urbanizzazione primaria (Sup)
  2. b) le superfici destinate alle opere di urbanizzazione secondaria (Sus)

7.3 Superficie per opere di urbanizzazione primaria (Sup)

Ai sensi dell'art. 4 della legge 29 settembre 1964, n. 847 dell'art. 16, commi 7 e 7 bis del TU dell'Edilizia (D.P.R. 6.6.2001, n. 380) e dell'art. 37 comma 5 della Legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1 e successive modifiche ed integrazioni la superficie per opere di urbanizzazione primaria (Sup) comprende le aree destinate alle seguenti opere:

  1. a)strade residenziali, piazze, piste pedonali e ciclabili;
  2. b) spazi di sosta o parcheggio pubblico;
  3. c) fognature;
  4. d) rete idrica;
  5. e) rete di distribuzione dell'energia elettrica e del gas;
  6. f) pubblica illuminazione;
  7. g) spazi di verde attrezzato;
  8. h) cavedi multiservizi e cavidotti per il passaggio di reti di telecomunicazioni (comma 7 bis, art. 16, TU Edilizia).
  9. i) Infrastrutture di comunicazione elettronica per impianti radioelettrici e le relative opere.

Gli impianti cimiteriali sono servizi indispensabili parificati alle opere di urbanizzazione primaria.

7.4 Superficie per opere di urbanizzazione secondaria (Sus)

Ai sensi dell'art. 4 della legge 29 settembre 1964, n. 847, dell'16, comma 8, del TU dell'Edilizia (D.P.R. 6.6.2001, n. 380) e dell'art. 37 comma 5 della Legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1 e successive modifiche ed integrazioni la superficie per opere di urbanizzazione secondaria (Sus) comprende le aree destinate alle seguenti opere:

  1. a)asili nido e scuole materne;
  2. b) scuole dell'obbligo nonché strutture e complessi per l'istruzione superiore all'obbligo;
  3. c) mercati di quartiere;
  4. d) uffici comunali;
  5. e) chiese ed altri edifici per servizi religiosi;
  6. f) impianti sportivi di quartiere;
  7. g) centri sociali e attrezzature culturali, sanitarie e residenze per anziani nelle attrezzature sanitarie sono ricomprese le opere, le costruzioni e gli impianti destinati allo smaltimento, al riciclaggio o alla distruzione dei rifiuti urbani speciali, pericolosi, solidi e liquidi, alla bonifica di aree inquinate;
  8. h) impianti di potabilizzazione, di depurazione;
  9. i) aree verdi di quartiere;
  10. j) strutture con funzioni di centri servizi avanzati alle imprese per l'innovazione e per la società dell'informazione, spazi per incubatori di imprese e laboratori di ricerca, in aree a destinazione produttiva.

7.5 Superficie fondiaria (Sf)

È la superficie residua dalla superficie territoriale, detratte le aree per le opere di urbanizzazione primaria e secondaria.

7.6 Superficie coperta (Sc)

È la superficie data dalla proiezione sul piano orizzontale della sagoma racchiusa da pareti di chiusura della costruzione delle parti fuori terra di tutti gli edifici.

7.7 Indice di fabbricabilità territoriale (It)

È il rapporto tra il volume degli edifici e la superficie territoriale espresso in mc/mq.

7.8 Indice di utilizzazione territoriale (Ut)

È il rapporto tra la superficie utile lorda degli edifici e la superficie territoriale espresso in mq/mq od in mq/ha.

7.9 Indice di fabbricabilità fondiaria (If)

È il rapporto tra il volume degli edifici e la superficie fondiaria espresso in mc/mq.

7.10 Indice di utilizzazione fondiaria (Uf)

È il rapporto tra la superficie utile lorda degli edifici e la superficie fondiaria espresso in mq/mq od in mq/ha.

7.11 Rapporto di copertura fondiario (Rc)

È il rapporto tra la superficie coperta e la superficie fondiaria, espressa in mq/mq, ovvero in valore percentuale con riferimento alla superficie fondiaria.

Le superfici dei piani interrati, come definiti al successivo art. 8 paragrafo 8.3. e misurate dalla proiezione sul piano orizzontale dell'ingombro planimetrico delimitato dal filo interno delle pareti perimetrali della sagoma racchiusa da pareti di chiusura sul piano orizzontale, potranno superare complessivamente fino ad un massimo del 35% il rapporto di copertura ammesso per la zona, salvo diverse disposizioni contenute nelle schede norma di cui all'art. 2 paragrafo E delle presenti norme.

Tale percentuale potrà essere superata per la realizzazione di autorimesse interrate non suddivise in box, in aggiunta alla dotazione minima obbligatoria di posti auto prevista dalla legge nazionale, nonché per la realizzazione dei volumi tecnici di cui all'art. 8.20 ultimo comma, fatto salvo il rispetto della superficie permeabile come definita al successivo paragrafo 7.13.

7.12 Indice di riequilibrio ecologico (Re)

È il rapporto tra la superficie di suolo impermeabilizzata ed il numero di alberature da mettere a dimora all'interno dell'area di pertinenza dell'intervento.

7.13 Superficie permeabile di pertinenza di un edificio (Sp)

È la superficie minima definita dall'art. 16 del D.P.G.R. n. 2/R del 9 febbraio 2007 smi.

Nelle aree di pertinenza delle costruzioni la superficie permeabile è costituita dalla percentuale priva di pavimentazioni impermeabili.

Nelle sole aree di pertinenza delle costruzioni con destinazione artigianale ed industriale, la percentuale minima di superficie permeabile può essere raggiunta con il concorso di pavimentazioni speciali, poggiate su sottofondo non cementizio, che garantiscano il passaggio e l'assorbimento da parte del terreno delle acque meteoriche.

7.14 Superficie minima d'intervento (Smi)

È l'area minima richiesta per l'intervento edilizio diretto o per il Piano Urbanistico Attuativo: nel primo caso rappresenta il lotto minimo edificabile, nel secondo caso l'unità minima, indicata nelle schede norma, soggetta a Piano Urbanistico attuativo.