Variante semplificata al P.S. e P.O. per l'implementazione dei beni archeologici

stampastampaemailemail

Indice della pagina

  1. 1. Adozione
  2. 2. Approvazione

In questa pagina sono riportati gli elaborati prodotti durante il percorso di redazione della Variante semplificata al Piano Strutturale e al Piano Operativo ai sensi dell'art.30 e art.32 della L.R. 65/2014, per l'implementazione dei beni archeologici.

1. Adozione

L'adozione dello strumento urbanistico, con delibera del Consiglio Comunale, costituisce un passaggio fondamentale nella procedura di formazione dei piani. Gli elaborati della Variante sono messi a disposizione dei soggetti competenti, delle organizzazioni e del pubblico.

La Variante è stata adottata con DCC n.22 del 27/02/2020: nei 30 giorni successivi alla pubblicazione sul BURT del 11/03/2020 è possibile presentare le osservazioni. Dal momento dell'adozione entrano in vigore norme e misure di "salvaguardia".

Variante al Piano Strutturale

Variante al Piano Operativo

2. Approvazione

È la fase conclusiva dell'iter procedurale relativo alla Variante semplificata al Piano Strutturale e al Piano Operativo: attraverso apposita Delibera il Consiglio Comunale approva in via definitiva la Variante, come eventualmente modificata a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni. Qualora non siano pervenute osservazioni la Variante diventa efficace a seguito della pubblicazione sul BURT dell'avviso che ne dà atto.

COMUNE DI GREVE IN CHIANTI
Piazza Matteotti, 8 - 50022 Greve in Chianti (FI)
Partita IVA 01421560481
Tel. 055.85451 - Fax 055.8544654