Schede Aree di Trasformazione AT

AT 31- Area sportiva Loc. Ghiaccioni Loc. Ghiaccioni (Piombino)

Dati di base

COMUNE: Piombino

UBICAZIONE: Loc. Ghiaccioni

UTOE: 6

PROPRIETA’: pubblica – privata

DATI DIMENSIONALI:
Superficie Territoriale mq 39.200
Superficie Coperta esistente mq -
Volume esistente mc -

Dati progettuali

Descrizione

L’Area di Trasformazione si articola in due aree collocate tra l’insediamento residenziale dei Ghiaccioni ad ovest, riconosciuto come invariante strutturale nel P.S. d’Area, e che il Regolamento Urbanistico individua quale "impianto urbano di particolare valore identitario", e la strada Piombino-S.Quirico ad est.

Si tratta di una vasta area, in prevalenza di proprietà comunale, pari a 39.200 mq, in leggero declivio, che ben si presta al potenziamento delle strutture sportive già presenti. In particolare l’area posta lungo la strada denominata Piombino-S.Quirico, di circa 23.100 mq, è contigua al complesso esistente del pattinodromo e del campo di rugby; l’area più prossima all’insediamento residenziale dei Ghiaccioni, di circa 16.100 mq, è invece libera da impianti e costruzioni.

Un sentiero sterrato collega le due aree.

Obiettivi e Finalità

  • - potenziamento del polo sportivo esistente, che dovrà ulteriormente accrescere la funzione di servizio per il settore urbano occidentale, con ulteriori attrezzature sportive e ludico ricreative;
  • - potenziamento delle dotazioni di parcheggio esistenti, a servizio del complesso sportivo;
  • - potenziamento della percorribilità pedonale e ciclabile dell’ambito interessato

Disposizioni generali

Si prevede nell’area posta a nord dell’AT:

  • - la realizzazione di un complesso di attrezzature pubbliche attraverso il potenziamento degli impianti sportivi esistenti, quali:
    • - la realizzazione di un campo di rugby ausiliario ed i relativi servizi,
    • - un nuovo complesso sportivo che potrà ospitare campi da tennis, campi da gioco polifunzionali (basket, volley,calcetto, ecc.) palestre ed i relativi servizi;
    • - l’ampliamento del parcheggio pubblico esistente posto all’estremità nord dell’AT, con accesso dalla strada Piombino-S.Quirico.

Si prevede inoltre nell’area posta a sud dell’AT:

  • - la realizzazione di un ulteriore complesso ludico-sportivo, integrato con servizi di accoglienza, ristorazione, servizi alla persona (quali centro benessere, centro fisioterapico, studi medici, ecc.) nonché piccoli esercizi commerciali attinenti alle funzioni sportive e ricreative. Il complesso sarà integrato con ulteriori dotazioni di parcheggio pubblico in ampliamento di quelli esistenti.

Non è prescrittivo l’assetto planivolumetrico presente nello schema allegato. Sono invece prescrittive tutte le disposizioni contenute nella presente scheda.

Dovranno inoltre essere osservate le disposizioni normative generali, ove pertinenti all’intervento, di cui al Titolo II, Capo IV (regole per la tutela ambientale) e al Titolo III , Capo III (infrastrutture e dotazioni territoriali e urbane) delle NTA del RU.

Dimensionamento, parametri urbanistico-edilizi e destinazioni d'uso ammesse

Il dimensionamento dell’intervento è così previsto:

impianti sportivi e servizi ambito nord:
non è stabilita la SLP max trattandosi esclusivamente di attrezzature e servizi di interesse pubblico

impianti sportivi e servizi ambito sud:
SLP max pari a mq 1.700 (prescrittiva)
di cui SLP max per servizi commerciali/ristorazione 35%
n. posti letto max: 50

parcheggi pubblici (dotazione minima):
superficie ambito nord: mq. 1.500
superficie ambito sud: mq. 1.500

Parametri urbanistici ed edilizi:

  • - Altezza massima (Hmax) per i nuovi edifici: 2 piani fuori terra

Sono ammesse le seguenti destinazioni:

  • - attrezzature sportive e ludico-ricreative
  • - servizi alla persona attinenti alle funzioni sportive e ricreative
  • - servizi commerciali, limitatamente agli esercizi di vicinato, attinenti alle funzioni sportive e ricreative
  • - foresteria

Disposizioni normative

criteri tipo-morfologici e progettuali:

  • - per il complesso sportivo dell’ambito sud è prescrittiva la soluzione di un unico organismo edilizio con aggregazione di volumi ad uno e due livelli;
  • - si dovranno prevedere adeguate schermature arboree , con essenze di alto fusto e arbustive, perimetrali agli impianti sportivi esistenti e di nuova realizzazione, nonché lungo i nuovi percorsi pedonali/ciclabili;

qualità e caratteristiche degli spazi pubblici e collettivi:

  • - i parcheggi dovranno inserirsi nel contesto con abbondanti alberature e spazi verdi;

requisiti funzionali:

  • - si dovrà realizzare un sistema di percorsi pedonali/ciclabili che assicurino la permeabilità del complesso sportivo sia in direzione nord-sud , sia in direzione est ovest.
  • - lungo il perimetro dell’AT, utilizzando anche i percorsi pedonali e ciclabili di previsione, potrà inoltre essere individuata una "pista polifunzionale" da utilizzare per le diverse discipline sportive (corsa, podismo, ecc.).

Opere e/o attrezzature pubbliche e/o d’interesse pubblico

L’AT riveste nel suo complesso interesse pubblico.

Invarianti strutturali e Vincoli sovraordinati

L’area di trasformazione di cui trattasi non è interessata da invarianti strutturali;

l’area è interessata:

  • - parzialmente dal vincolo paesaggistico di cui all’art. 136 D.Lgs. 42/2004, istituito con Decreto Ministeriale del 22/9/1957.
  • - dal vincolo idrogeologico di cui al R.D. 3267/1923.

Le suddette aree sono rappresentate nella tavola 5 del presente RU.

Opere di tutela e valorizzazione del paesaggio

  • - in considerazione della particolare visibilità dell’area, posta ai margini dell’edificato urbano in zona pedecollinare di pregio, nonché della contiguità con l’insediamento residenziale dei Ghiaccioni, l’intervento dovrà curare particolarmente l’inserimento paesaggistico e le relazioni con il contesto edificato;
  • - i nuovi fabbricati previsti negli ambiti nord e sud dell’AT dovranno prevedere l’impiego di materiali e soluzioni progettuali che, pur introducendo forme e linguaggi di tipo contemporaneo, ben si armonizzino con il contiguo complesso residenziale dei Ghiaccioni.

Modalità d'attuazione e condizioni alla trasformazione

Modalità di attuazione:

Piano Attuativo di iniziativa pubblica e/o Progetto di opera pubblica.

L’attuazione potrà avvenire per stralci funzionali autonomi.

Condizioni alla trasformazione:

L’intervento non è assoggettato a specifiche condizioni alla trasformazione.

Fattibilità geologico-idraulica

Sotto l'aspetto geomorfologico, la zona ricade nelle Classi di Pericolosità geomorfologica G.1 (pericolosità bassa) e G.2a (pericolosità media).

Sotto l'aspetto idraulico l'area ricade nella Classe di Pericolosità idraulica I.1 (pericolosità bassa) risulta adiacente al Rio Salivoli, oggetto di studi idraulici nell'ambito dell'intervento IU11 del previgente PRG che ne hanno individuato criticità e soluzioni di tipo strutturale.

Rispetto alla Tutela della Risorsa idrica, la zona è inserita nella Classe 3 (Tutela elevata).

Il giudizio di Fattibilità, discendente dalle valutazioni di pericolosità sopra espresse, corrisponde, per gli aspetti geomorfologici, alla Classe F.2.g (fattibilità con normali vincoli) e, considerando che l'intervento si inserisce in un ambito urbano servito da pubblica fognatura, alla Classe F.2t (fattibilità senza particolari limitazioni) circa la tutela della risorsa idrica.

Per gli aspetti idraulici, la fattibilità è riconducibile alla Classe F.4i (fattibilità limitata): le trasformazioni previste sono condizionate al completamento delle opere previste per la messa in sicurezza locale del rio Salivoli.

Disciplina in caso di scadenza del quinquennio

Per quanto attiene agli interventi previsti sulle aree già di proprietà pubblica l’intervento non è assoggettato a decadenza quinquennale;per le aree di proprietà privata, in caso di mancata approvazione del piano attuativo o del progetto esecutivo di opera pubblica entro il quinquennio dall’approvazione del presente RU, è prevista la totale inedificabilità.

Disciplina successiva alla realizzazione dell'intervento

Ad avvenuta ultimazione degli interventi previsti, agli immobili ed alle aree comprese nella presente area di trasformazione si applica la seguente disciplina:

  • - spazi pubblici: Vedi art. 90 delle norme di R.U. per gli spazi a verde attrezzato e infrastrutture per attività sportive di interesse urbano e di quartiere (V2) e art. 86 per i parcheggi.