Schede Piani Attuativi Vigenti PV

PV7- PPE della Costa Urbana e del Promontorio del Falcone Costa urbana - Piombino

UBICAZIONE: costa urbana

UTOE: 6

SOGGETTO ATTUATORE: pubblico/privato

TIPOLOGIA PIANO ATTUATIVO: Piano Particolareggiato di Esecuzione

ITER

Estremi Adozione C.C.

Deliberazione CC. n. 122 del 14/09/2005

Estremi Approvazione C.C.

Deliberazione CC. n. 38 del 26/04/2006

Validità della convenzione/ Scadenza del piano

Durata 10 anni
Scadenza 26.04.2016

FINALITA'

Il Piano particolareggiato disciplina l'uso e l'assetto della fascia costiera che si estende nel tratto compreso tra punta Semaforo ad est fino a Spiaggia Lunga ad ovest includendo tutto l'ambito del parco territoriale del Falcone. La finalità principale del piano è quella di incentivare l'integrazione tra la città e il suo mare promuovendone la fruizione attraverso la valorizzazione sotto il profilo turistico ed economico.

MODALITA' DI ATTUAZIONE

Piano attuativo di iniziativa pubblica

DESCRIZIONE DEL PIANO

In base alle diverse caratteristiche paesaggistiche e insediative, il piano articola la costa in sub-ambiti con caratteri relativamente omogenei per i quali si perseguono specifici obiettivi. Di seguito si riportano gli obiettivi principali fissati per ciascun ambito:

  • - Ambito del Parco del Falcone e di Spiaggia Lunga
    Si prevede il miglioramento della rete dei percorsi esistenti e l'individuazione di Calamoresca quale porta di accesso al promontorio, ove allestire un chiosco per rivendita bibite e noleggio biciclette. Un analogo punto attrezzato, a basso impatto e dimensionamento, è previsto a Spiaggia Lunga per consentire il noleggio ombrelloni, la rivendita di bibite e un presidio medico di primo soccorso.
  • - Ambito del Parco della Tolla
    da valorizzare come verde attrezzato a carattere urbano attraverso la realizzazione di percorsi pedonali, spazi di sosta e di belvedere, circuiti per le attività sportive amatoriali (jogging, percorsi salute ecc.)
  • - Ambito della Costa Urbana
    Tra i due ambiti sopra citati si sviluppa la vera e propria costa urbana di Piombino che viene suddivisa nei seguenti sub-ambiti per i quali il piano fornisce indicazioni sull'assetto planovolumetrico, sulle caratteristiche tipologiche e morfologiche
  • - sub-ambito ex Macelli;
    si prevede un complesso integrato di servizi di tipo ricettivo-balneare- benessere per un totale di 6250 mc di cui 5700 circa esistenti. Si prevede inoltre la sistemazione della piazza dei Macelli
  • - sub-ambito piazza Bovio;
    si prevedono funzioni legate alla balneazione: bar-ristorante, cabine, servizi igienici, nonché il mantenimento delle attività svolte dal circolo velico
  • - sub-ambito via Amendola
    si prevedono un complesso per funzioni di tipo ricreativo-sportivo-balneare per un totale di 2500 mc. Dovrà essere altresì sistemata l'area a verde pubblico attrezzato su via Amendola nonché l'ampliamento e la sistemazione del parcheggio pubblico esistente.

Il piano propone altresì i seguenti interventi:

  • - la realizzazione di chioschi di ristoro distribuiti lungo la costa: lungo Viale del Popolo, in largo Fattori; in Piazza Bovio si prevede la demolizione del manufatto esistente e la realizzazione di un nuovo punto di ristoro nel fabbricato occupato da uffici comunali;
  • - un ampio e complesso sistema di percorsi ciclo-pedonali, e l'attivazione di un servizio taxi-boat;
  • - limitati adeguamenti (servizi igienici e docce di uso pubblico) per gli ambiti della costa già caratterizzati dalla presenza di servizi alla balneazione (spiaggia del Canaletto, spiaggia di Salivoli, Spiaggia di Calamoresca);
  • - interventi di ripascimento finalizzati ad incrementare le spiagge maggiormente accessibili da perseguire attingendo ad eventuali finanziamenti pubblici.

NTA

Si rimanda alle Norme Tecniche di Attuazione allegate al Piano Particolareggiato vigente.

DIMENSIONAMENTO

Si rimanda alle Norme Tecniche di Attuazione allegate al Piano Particolareggiato vigente.

Si riportano di seguito esclusivamente i dati relativi al numero dei posti letto di previsione:

  • 84 posti letto nel sub-ambito ex Macelli
  • 12 posti letto nel sub-ambito via Amendola

STATO DI ATTUAZIONE

  • X opere di urbanizzazione in corso
  • - opere di urbanizzazione ultimate
  • X opere edilizie in corso
  • - opere edilizie ultimate

DISCIPLINA DI R.U.

Il Regolamento Urbanistico riconferma le previsioni del piano vigente laddove non siano ancora attuate, fatta eccezione per le seguenti modifiche:

  • - rettifica dell'ambito del Parco Urbano del Falcone (sottozona Fd), in corrispondenza del nucleo abitato esistente ubicato in prossimità del parcheggio pubblico;
  • - inserimento della nuova viabilità a servizio della struttura ricettiva di cui alla scheda PV 13
  • - ammissibilità della destinazione di residenza/pensionato per anziani , in alternativa alla funzione turistico-ricettiva, per il sub-ambito ex Macelli.
  • - previsione di un'area a parcheggio pubblico in sostituzione del punto ristoro previsto nell'"area Bernardini".

Le modifiche suddette, che costituiscono variante contestuale al PP vigente, sono rappresentate negli stralci normativi e cartografici del vigente PP allegati alla presente scheda.

In coerenza con le finalità complessive del piano vigente e con le funzioni da questo previste sono comunque sempre ammissibili varianti di adeguamento gestionale.

Senza che ciò comporti variante al PP, per il Parco urbano della Tolla sono inoltre ammessi tutti gli interventi volti al recupero ed alla valorizzazione delle testimonianze storiche di Punta Semaforo connesse al secondo conflitto bellico, considerato che l'area è stata teatro della Battaglia di Piombino del 10.09.1943.

Per il sub-ambito Ex Macelli, senza che ciò comporti variante al PP, sono ammessi tutti gli interventi di adeguamento funzionale e di manutenzione del canile esistente fino all'attuazione dell'intervento di riconversione funzionale del complesso edilizio.

Ad avvenuta ultimazione degli interventi previsti dal piano per i fabbricati ed i manufatti esistenti sono ammessi i seguenti interventi:

  • - ristrutturazione edilizia (r1) per gli Ambiti Unitari diIntervento ex Macelli, Piazza Bovio e Via Amendola, ferme restando le destinazioni d'uso ammesse dal PP;
  • - manutenzione straordinaria per i restanti manufatti e fabbricati.

Per gli edifici a destinazione funzionale specialistica, così come individuati nelle tavole del RU, si applica la corrispondente disciplina di RU (art. 67 sottozone D7.2- attività di ristorazione, art. 70 sottozone D9.1-alberghi)

Per le aree a destinazione pubblica, così come individuati nelle tavole del RU, si applica la seguente disciplina:

  • parcheggi pubblici vedi art. 86 NTA del RU
  • spazi a verde pubblico vedi art. 90 NTA RU
  • parchi pubblici urbani e territoriali vedi art. 93 NTA RU.

Zona omogenea di cui al DM 1444/68 ad intervento ultimato: vedi tavola 3 del RU.

MODALITA' DI ATTUAZIONE:

Le modalità di attuazione seguono le regole indicate nelle NTA del piano vigente; per gli interventi successivi alla scadenza del piano si opererà, per il patrimonio edilizio esistente mediante singoli titoli abilitativi edilizi e con progetti di opera pubblica per le aree e le infrastrutture pubbliche. Restano comunque fatti salvi gli obblighi convenzionali sottoscritti con i soggetti privati in attuazione del piano vigente.