Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Art. 10 Servizi sovracomunali

1. Sono le aree destinate dal Regolamento urbanistico a servizi di livello sovracomunale, necessarie per il soddisfacimento di bisogni non solo locali.

2. Obiettivo del Regolamento urbanistico è quello di disciplinare l'uso delle aree in modo da assicurare il mantenimento delle dotazioni di servizio previste, impedire modifiche di destinazione che comportino una perdita della potenzialità delle destinazioni attuali, garantire le migliori condizioni di verifica per eventuali nuove localizzazioni e consentire gli adeguamenti necessari al funzionamento delle strutture.

3. Le zone di livello sovracomunale sono rappresentate sulle tavole di progetto del Regolamento Urbanistico in scala 1/2.000 e 1/10.000.

4. La zone sono tutte classificate come zona omogenea F ai sensi del D.M. 2 aprile 1968 n. 1444.

5. Allo scopo di perseguire l'obiettivo di tenere questi beni costantemente adeguati al mutare delle esigenze delle attività che vi sono svolte si potranno effettuare sugli stessi tutti gli interventi di ristrutturazione sia edilizia che urbanistica, di ampliamento o nuova costruzione in conformità ai progetti che volta per volta dovranno essere approvati con le procedure di legge dalla Amministrazione comunale.

6. I progetti edilizi dovranno tenere in considerazione, oltre agli aspetti funzionali e tecnologici, anche le valenze di tipo architettonico, ambientale e paesaggistico nonché di inserimento e arredo urbano.

7. I servizi di livello sovracomunale individuati dal Regolamento urbanistico sono:

  • - Ospedale
  • - Scuole medie superiori
  • - Area espositiva
  • - Vigili del Fuoco
  • - Depuratore
  • - Termovalorizzatore
  • - Centro per lo sviluppo di nuove tecnologie

8. Gli interventi sulle aree sono attuati direttamente. Quando gli interventi non siano attuati direttamente dal Comune o dagli altri enti o aziende competenti la loro realizzazione è soggetta alla preventiva stipula di atto di convenzione che regoli i rapporti fra il Comune stesso ed i soggetti proponenti.

9. Gli interventi sono attuati sulla base di piani attuativi o di settore, quando richiesti per le singole zone. Nuovi interventi di localizzazione di attrezzature di livello sovracomunale sono consentiti solo in presenza di studi specifici di settore e di valutazioni di impatto ambientale che ne dimostrino la coerenza con gli obiettivi generali di piano e previa specifica variante al Regolamento urbanistico.

10. Non sono ammessi cambiamenti delle destinazioni indicate per ciascuna zona. E' consentita la presenza di residenza di servizio.