Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

Art. 53 Aree con forte pendenza e di crinale

1. Sono le zone del territorio agricolo ove la giacitura dei suoli, allo stato naturale, supera la pendenza del 25% e quelle interessate dai crinali del sistema collinare.

2. Le zone sono tutelate al fine di evitare fenomeni di dissesto idraulico, geologico ed idrogeologico e per motivi di tipo ambientale e paesaggistico, in modo da evitarne manomissioni e trasformazioni.

3. Le aree sono rappresentate nella cartografia 1:10.000 del Regolamento urbanistico.

4. Qualora all'interno delle zone con forte pendenza si rilevassero aree pianeggianti o con pendenze ridotte al di sotto del 8%, che abbiano estensioni significative in relazione agli interventi proposti e comunque non inferiori ai 1.000 mq contigui, si potrà prevedere una loro utilizzazione per la realizzazione di interventi di nuova costruzione di annessi stabili, secondo quanto stabilito ai precedenti articoli. Dovrà comunque essere presentato uno studio di impatto paesaggistico, che ne dimostri la compatibilità di inserimento ambientale.

5. Dovranno essere evitati, in linea generale, tutti gli interventi di modifica dello stato dei luoghi. In caso si rendesse necessario procedere alla attuazione di interventi di trasformazione dovrà essere prodotta una dettagliata relazione ambientale che dimostri la compatibilità di quanto proposto con la salvaguardia dell'assetto geomorfologico e paesaggistico esistente.

6. In queste zone sono vietate le nuove costruzioni, ad esclusione di quelle precarie necessarie per la conduzione agraria dei fondi.

7. Per gli edifici esistenti valgono le disposizioni previste per le aree agricole, con la limitazione che non saranno consentiti aumenti della consistenza attuale.