Norme Tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico

aggiornate alla Variante n° - adeguamento del Regolamento Urbanistico recependo il perimetro cartografico delle aree di cava rappresentate nel Piano Attività Estrattive e di Recupero della Provincia di Siena (PAERP), ai sensi dell’art.21 della L.R.T 65/2014
approvata con D.C.C. n° 32 del 27.02.18
Vigente dal 27.02.18

Art. 10 I raccordi con gli atti di governo del territorio comunali

1. Nel periodo di vigenza del RU sono da predisporre i seguenti adeguamenti e integrazioni delle pianificazioni settoriali comunali:

  • - adeguamento della zonizzazione acustica comunale, con particolare considerazione del coordinamento con i comuni contermini e delle trasformazioni programmate dal RU. con conseguente individuazione degli eventuali interventi aggiuntivi di disinquinamento acustico:
    • - adeguamento del PREE con conseguente individuazione degli interventi prioritari di disinquinamento elettromagnetico;
    • - redazione del PCIP ai sensi della normativa regionale
    • - redazione del PUT e all'adeguamento del PGTU tenendo conto delle prescrizioni di cui ai seguenti commi

2. La redazione del PUT, assumendo come perimetrazione del centro abitato ai sensi dell'art. 4 del Codice della Strada quella contenuta nel RU, curerà:

  • - l'aggiornamento del Regolamento Viario vigente, approvato con Del. C.C. n. 49 del 6/2/2001, che stabilisce le caratteristiche geometriche e di traffico per ogni tipo di strada urbana, secondo classi funzionali e specifici standard tecnici;
  • - l'aggiornamento della classificazione funzionale delle strade approvata con Del. C.C. n. 49 del 6/2/2001, assumendo come riferimenti l'art. 2 del Codice della Strada e la Direttiva Ministero Lavori Pubblici 24/06/1995 n. 77;

3. I contenuti del PGTU, da articolare in una serie di piani particolareggiati del traffico urbano, terranno conto dei seguenti obiettivi generali:

  • - prevedere, nel centro storico e in alcune aree limitrofe, interventi volti ad assicurare qualità e fruibilità diffusa agli spazi pubblici, anche riorganizzando la ZTL con revisione delle regole di accesso e di gestione, ridefinendo i settori, i percorsi, le fasce orarie e le regole per le operazioni di carico e scarico delle merci, incentivando l'uso di mezzi a basso inquinamento;
  • - riorganizzare il sistema della sosta pertinenziale per il centro storico incentivando l'utilizzo da parte dei residenti dei parcheggi in struttura, al fine di contenere le auto in sosta lungo le strade.
  • - regolamentare secondo nuovi criteri la circolazione e la sosta dei motoveicoli nel centro storico;
  • - istituire le aree di particolare rilevanza urbanistica (ARU) organizzando sistemi di sosta differenziata e riservata ai residenti ed estendendo a queste aree alcune regole già in essere nell'adiacente ZTL del centro storico, limitando le criticità esistenti sia in termini di sosta che di traffico. Le aree interessate dalla sperimentazione e istituzione delle ARU saranno San Prospero, Esterna Le Lupe, Busseto, Esterna Porta Pispini, Esterna Porta Romana, Valli, Esterna Porta Tufi, Esterna Porta San Marco, Esterna Fontebranda. Per ciascuna ARU saranno inoltre da prevedere interventi sulla circolazione e di completamento e miglioramento delle percorrenze pedonali.
  • - riconfigurare il sistema degli attracchi per i bus turistici (con adeguate verifiche di fattibilità) e per i camper.

4. L'Amministrazione Comunale predisporrà specifici monitoraggi finalizzati all'aggiornamento periodico del PGTU e alla ridefinizione degli specifici ambiti di intervento.

5. Al fine di tutelare e incrementare la biodiversità in ambito urbano, nella redazione degli aggiornamenti del Regolamento Edilizio verranno contemplate norme specifiche tese a favorire la nidificazione delle specie Apus apus, Delichon urbica, Hirundo rustica e dei Chirotteri, anche predisponendo strumenti più generali tesi al rafforzamento della biodiversità in ambito urbano.