Iter di formazione del Regolamento Urbanistico

Il Comune di Vinci ha intrapreso nel 2006 il percorso di revisione del Piano Regolatore Generale, con l'avvio del procedimento di formazione del Piano Strutturale. La rielaborazione del piano è stata avviata in considerazione di molte e diverse ragioni, in particolare: dalla volontà di tornare a interpretare temi e questioni del "presente", di valutare i cambiamenti avvenuti nell'ultimo decennio, nel tentativo di stabilire il senso e il significato di un nuovo "progetto per il territorio" a partire da quell'insieme di componenti fisiche, sociali ed economiche che connotano la struttura identitaria del paesaggio e della comunità di Vinci; considerando, inoltre e allo stesso tempo, la necessità di adeguare gli strumenti urbanistici comunali alle modifiche introdotte dalle norme della pianificazione sovraordinata e delle leggi regionali.

Il percorso è iniziato con la redazione del Piano Strutturale (approvato il 21 Luglio 2010) e prosegue con l'elaborazione del nuovo Regolamento Urbanistico (che la Giunta Municipale ha formalmente avviato con un Atto di indirizzo del 3 Novembre 2011; dopo l'aggiudicazione definitiva dell'incarico per la redazione del RU e la costruzione del SIT, assegnato tramite gara con procedura aperta).

La predisposizione del nuovo Regolamento sarà costituita oltre che, naturalmente, dal lavoro tecnico di studio e messa a punto dei documenti, da momenti di incontro, confronto, discussione e comunicazione con i cittadini, l'Amministrazione, gli Enti e i soggetti coinvolti e interessati ai temi della pianificazione territoriale e urbanistica.

Il "processo di partecipazione" prevede in particolare una serie di incontri con i cittadini e la possibilità di fornire contributi: attraverso le consuete modalità di presentazione delle richieste, in forma cartacea o inviando una e-mail a RegolamentoUrbanistico ma anche utilizzando strumenti innovativi come la Mappa della Partecipazione, dove è possibile inserire le proprie segnalazioni avendo come riferimento la cartografia e la foto aerea del territorio comunale e dove tutte le istanze (una volta passato un semplice "filtro", per evitare abusi) saranno visibili da tutti, nell'ottica della massima trasparenza.

L'Amministrazione ha nominato Responsabile del Procedimento l'Arch. Rosanna Spinelli e Garante della Comunicazione il Geom. Alessandro Bochiccio. Il garante ha il compito di assicurare la conoscenza effettiva e tempestiva delle scelte e dei supporti conoscitivi relativi alle fasi procedurali di formazione ed adozione degli strumenti della pianificazione territoriale e degli atti di governo del territorio, promuovendone, nelle forme e con le modalità più idonee, l'informazione verso i cittadini, singoli od associati.

Il nuovo Regolamento Urbanistico

Come stabilito dalla Legge Regionale nº1 del 3 gennaio 2005 e s.m.i., la formazione degli strumenti urbanistici avviene con una procedura che attraversa varie fasi.
In questa pagina sono via via riportati gli elaborati grafici ed i documenti prodotti durante il percorso di redazione del nuovo Regolamento Urbanistico del Comune di Vinci.

Valutazione Ambientale Strategica / Valutazione Integrata

La Valutazione Integrata è la procedura di verifica della sostenibilità degli atti di governo del territorio e degli strumenti di pianificazione. La Legge Regionale nº1 del 3 gennaio 2005 stabilisce che i Comuni, ai fini dell'adozione e approvazione degli strumenti della pianificazione territoriale e degli atti di governo del territorio provvedano "alla previa effettuazione di una valutazione integrata degli effetti territoriali, ambientali, sociali ed economici e sulla salute umana". In tal senso, le azioni di trasformazione del territorio sono soggette a procedure preventive di valutazione degli effetti ambientali previste dalla legge, al fine di assicurare che nessuna delle risorse essenziali possa essere ridotta in modo significativo e irreversibile in riferimento agli equilibri degli ecosistemi di cui è componente. Nell'ambito del processo di Valutazione Integrata il RU è inoltre soggetto alle "Norme in materia di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e di valutazione di incidenza". L'attività di valutazione elabora dunque un bilancio complessivo degli effetti su tutte le risorse essenziali del territorio; accompagna l'intero percorso di pianificazione e si prolunga nella fase di monitoraggio che segue la procedura di redazione degli strumenti urbanistici.

Valutazione Ambientale Strategica

La Legge Regionale nº1 del 3 gennaio 2005 e s.m.i. stabilisce che gli strumenti della pianificazione territoriale e gli atti di governo del territorio siano assoggettati, ai fini dell'adozione ed approvazione, al procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) nei casi e secondo le modalità indicate dalla L.R. 12 febbraio 2010, n. 10 "Norme in materia di valutazione ambientale strategica "VAS", di valutazione di impatto ambientale "VIA" e di "valutazione di incidenza" e s.m.i.

A seguito delle recenti revisioni normative sono state apportate una serie di modifiche significative nell'iter procedurale di piani e programmi i cui effetti devono essere presi in considerazione nell'ambito del procedimento in corso inerente il Regolamento urbanistico di Vinci. La più evidente di tali novità, dettata dalla finalità di fornire risposte concrete ed efficaci alle esigenze degli Enti locali di semplificazione amministrativa e snellimento delle valutazioni dei piani territoriali, nonché di chiarezza della normativa di riferimento, evitando inutili duplicazioni degli iter e dei contenuti, è l'unificazione dei procedimenti di approvazione e valutazione all'interno della sola VAS, talché la rubrica del Capo I della L.R. n. 1/2005, che originariamente regolava la valutazione integrata, è stata sostituita in "Valutazione di piani e programmi".

In tal senso, le azioni di trasformazione del territorio sono soggette a procedure preventive di valutazione degli effetti ambientali previste dalla legge, al fine di assicurare che nessuna delle risorse essenziali possa essere ridotta in modo significativo e irreversibile in riferimento agli equilibri degli ecosistemi di cui è componente. L'attività di valutazione elabora dunque un bilancio complessivo degli effetti su tutte le risorse essenziali del territorio; accompagna l'intero percorso di pianificazione e si prolunga nella fase di monitoraggio che segue la procedura di redazione degli strumenti urbanistici.

1. Avvio del procedimento aggiornato al 21.12.2012

Il primo passo dell'attività di valutazione si concretizza nella stesura del Rapporto preliminare di VAS (Scoping); tale documento è trasmesso ai soggetti pubblici competenti in materia ambientale e gli Enti territoriali interessati che possono fornire pareri, contributi ed apporti.

  1. Deliberazione di Giunta n.210 del 21.12.12 [300 KB]
  2. Allegato A: Relazione [680 KB]
  3. Allegato B: Modalità e criteri urbanistici [3 MB]
  4. Allegato C: Valutazione Ambientale Strategica [1.6 MB]

2. Preliminare aggiornato al 09.04.2013

La fase preliminare rappresenta l'esito di una prima e consistente operazione di "rilievo", di ascolto e approfondimento delle questioni emerse; di affinamento delle strategie e delle priorità, assieme alla proposta di revisione dello strumento operativo, negli aspetti normativi di carattere generale e nella definizione della disciplina per gli specifici contesti del territorio comunale. A questa fase fa riferimento il documento di Rapporto Ambientale di VAS. La documentazione verrà gradualmente messa a disposizione per la consultazione pubblica e trasmessa ai soggetti pubblici competenti in materia ambientale e agli Enti territoriali interessati; nei giorni successivi alla pubblicazione tutti potranno fornire pareri, segnalazioni, proposte e contributi.

Contributi pervenuti dai soggetti competenti in materia ambientale e territorialmente interessati ai fini della redazione del Rapporto Preliminare di VAS e della proposta di RU comunale:

  1. Contributo dell'Autorità di Bacino del Fiume Arno [pdf, 180 KB]
  2. Contributo della Regione Toscana - Settore Territorio [pdf, 1.7 MB]
  3. Contributo della Soprintendenza per i beni archeologici della Toscana [pdf, 350 MB]
  4. Consorzio di bonifica del Padule di Fucecchio [pdf, 110 KB]

3. Adozione

L'adozione dello strumento urbanistico, con delibera del Consiglio Comunale, costituisce un passaggio fondamentale nella procedura di formazione dei piani. Successivamente all'adozione tutti i cittadini o chiunque abbia interesse possono presentare osservazioni ai documenti adottati. Al momento dell'adozione entrano in vigore norme e misure di "salvaguardia". Contestualmente agli elaborati di progetto viene adottato il Rapporto Ambientale di VAS.

4. Riadozione

Subito dopo l’adozione l’ufficio ha riscontrato che la versione cartacea dell’elaborato denominato "Relazione tecnica con schede di fattibilità geologica, idraulica e sismica" non corrispondeva alla versione digitale dello stesso in quanto, quest’ultima, era carente delle schede di fattibilità. Avendo il Consiglio Comunale adottato gli elaborati digitali, debitamente firmati digitalmente, il suddetto documento deve essere riadottato con specifica deliberazione consiliare, al fine di garantirne la legittimità.

Inoltre visto che con nota del 17.02.2014 prot. 4500 il Genio Civile di Firenze richiedeva integrazioni e più precisamente:

    • - produrre una scheda di fattibilità per ogni Piano Attuativo;
    • - corredare le schede di fattibilità di elaborati di maggior dettaglio che si rendano necessari per una conoscenza più puntuale delle problematiche.

In conseguenza di ciò l’elaborato “Relazione tecnica con schede di fattibilità geologica, idraulica e sismica” è stato integrato con tutte le schede di fattibilità (sia nella versione cartacea che digitale). Visto che con Del. C.C. n. 10 del 27.03.2014 è stata definitivamente approvata la variante al P.S. per le pericolosità, in questa occasione sono state aggiornate anche le tavole della fattibilità, adeguandole alle carte della pericolosità approvate.

Pertanto con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 16.07.2014 sono stati riadottati i seguenti elaborati che sostituiscono i corrispettivi elaborati precedentemente adottati:

    • 1. Relazione tecnica con schede di fattibilità geologica, idraulica e sismica (datata giugno 2014);
    • 2. Tavole della fattibilità geologica, idraulica e sismica (costituite da 4 tavole in scala 1:5000 datate giugno 2014);

5. Valutazione Ambientale Strategica (VAS) espressione del parere motivato

Parere motivato ai sensi dell'art. 26 della L.R. 10/2010 relativo alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) del Regolamento Urbanistico del Comune di Vinci.

  1. Parere motivato alla VAS [pdf, 170 KB]

6. Approvazione

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 28.02.2015, esecutiva a tutti gli effetti di legge, è stato approvato nella sua versione definitiva, il Regolamento Urbanistico unitamente al Rapporto Ambientale, alla Sintesi non tecnica e alla Dichiarazione di Sintesi, dando atto del parere favorevole relativo alla procedura di VAS.

La Deliberazione suddetta e tutti gli elaborati costituenti il Regolamento Urbanistico, compresi gli elaborati redatti ai sensi della L.R. 10/2010 sono depositati presso il Settore 4 Urbanistica ed Ambiente e consultabili sul sito istituzionale del Comune di Vinci; tale provvedimento diventa efficace dalla data di pubblicazione sul BURT (08.04.2015).

Consulta e scarica tutti gli elaborati ufficiali.